Italian English French

 “ZEMLYA  FRANTSA  JOSIFA  ‘94”  -  ( agosto-settembre, Terra di Francesco Giuseppe, Artico russo, l’arcipelago più a Nord del mondo). La spedizione torinese è la  prima  occidentale in assoluto a ritornare  in questo  arcipelago nel corso del 1900. Gli obiettivi dell’impresa, poiché è stata veramente un’impresa raggiungere questo estremo arcipelago dell’ex unione Sovietica, sono stati:

a)    storico - perché il gruppo italiano ha percorso parte della rotta che 95 anni prima la nave “Stella Polare” del Duca degli Abruzzi aveva seguito, ha messo piede a terra negli stessi luoghi toccati dalla storica spedizione raccogliendo e catalogando molti reperti storici di quella e di altre importanti spedizioni di fine ‘800.

I reperti sono stati donati al Museo Polare di Fermo e al museo Nazionale della Montagna”Duca degli Abruzzi” di Torino. 

b)    documentaristico - perché immagini recenti, dia e video, di queste isole polari comprese tra gli 80°e gli 82° di lat Nord non esistevano prima di  questa spedizione.

c)     scientifico - per incarico dell’Orto Botanico dell’Univ.di Torino, al fine di raccogliere il più vasto numero di campioni di flora artica possibile onde condurre una comparazione con i campioni raccolti 95 anni prima dalla spedizione del Duca Abruzzi. noltre licheni, muschi, funghi e pesci raccolti durante immersioni subacquee, sono stati inviati in quantità al Dipartimento di Biologia Ambientale  dell’Univ. di Siena per continuare il mappaggio iniziato da anni sull’inquinamento da cloroderivati  in Artide.

Componenti : Franco GIARDINI, Walter FORNO, Enzo GAY, Paolo BOSIO, Paolo MILANESE, Saverio VERDUCI, Victor SEROV, Eugene SAVCHENKO.

 

Franco GIARDINI
Valter FORNO
 
Enzo GAY
 
Paolo BOSIO
 
Paolo MILANESE
 
Saverio VERDUCI
 
Victor SEROV
 
Eugene SAVCHENKO
 
 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.